Luminarĭa Festival: luci per reinventare la città

Luci che rileggono gli spazi di una città. Luci che trasformano, immaginano e fanno immaginare.

Luminarĭa, il Festival delle Luci di Frosinone, è giunto alla sua seconda edizione, arricchendo di percorsi di luce e di paesaggi sonori gli spazi cittadini, dal 23 dicembre al 6 gennaio.

Il progetto è nato dalla collaborazione tra Latus Creativity e medialize.it di Pasquale Direse, artista e complexity designer. Obiettivo? Migliorare gli spazi urbani, favorire la partecipazione sociale alla vita della città, attraverso il coinvolgimento emozionale e l’arte pubblica. Città come luogo da vivere e da attraversare con sguardo diverso, più maturo e consapevole.

Tema di quest’anno? #intencity: lo slancio verso il cambiamento. Cambiamento come movimento, come innovazione, come possibilità di contribuire a rigenerare, attraverso la new media art, gli spazi urbani.

Luminaria come rete, tra artisti e istituzioni: l’Accademia di Belle Arti di Frosinone, il progetto PlanB e la Scuola Didattica Speciale di Architettura di Siracusa – Università degli Studi di Catania, la Regione Lazio, il Comune di Frosinone, la Camera di Commercio di Frosinone, l’Associazione culturale Urban Experience, la Open Lab Company, Latus Creativity, il Remix Digitale dell’Innovazione Creativa nel Lazio.

Una rete creativa, in particolare, si è stabilita tra l’Accademia di Belle Arti di Frosinone e la Scuola Didattica Speciale di Architettura di Siracusa dell’Università di Catania: una collaborazione tra due gruppi di lavoro e due territori diversi, la Ciociaria e la Sicilia orientale, ma accumunati dall’attenzione per le nuove arti mediali e per la progettazione urbana creativa. E con la collaborazione del Comune di Frosinone, che ha offerto ospitalità agli studenti di Siracusa.

La città di Frosinone, dunque,  come scenario e teatro, attraverso la poetica della Scenografia Urbana Immateriale progettata da medialize.it. Frosinone come nodo per la new media art? Luminarĭa, come progetto culturale innovativo, può contribuire a rendere reale questa possibilità. Luminarĭa aiuta, chi l’ha ideata e chi ha partecipato, ad immaginare. Ad inventare una città diversa, che può davvero cambiare.

di Francesca Paniccia

  • Twitter
  • Facebook
  • RSS
  • Google Plus
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Delicious

Comments

comments

Tags: > > > > > > > > >

1 Comment Submit a comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


one × = 8

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>