Hic sunt leones, in mostra creature dell’ignoto

Hic sunt leones. Qui ci sono i leoni. Quindi l’invito, nell’antichità, a evitare luoghi incerti, sconosciuti e ancora inesplorati. L’invito a non superare il confine, a non sfidare il pericolo, a non allontanarsi dalla sicurezza  di ciò che è possibile comprendere.

Nella Casa dell’Architettura di Roma, dall’8 novembre 2013 fino all’8 marzo 2014, Nicola Alessandrini e Gio Pistone mettono in mostra Hic sunt leones.

Nella quinta stanza, realizzata dalla – 1 art gallery nello spazio underground della Casa dell’Architettura, prendono vita creature multiformi, fantastiche e surreali, che avvolgono e coinvolgono. Esseri che sfidano l’osservatore e lo spingono a superare il limite.

Hic sunt leones è un esortazione a superare la soglia. Per provare a comprendere ciò che è sconosciuto, lontano solo in apparenza, perché, paradossalmente, tanto vicino. E per riflettere sullle categorie del Noi e dell’Altro, apparentemente scontate nell’era della globalizzazione.

 

 

 

 

 

Source: Casadell’Architettura

  • Twitter
  • Facebook
  • RSS
  • Google Plus
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Delicious

Comments

comments

Tags: > >

Leave a Reply

Your email address will not be published.


5 + = eleven

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>