Ricercatori migranti, quando la mobilità diventa migrazione

 

Per i ricercatori viaggiare e cambiare sede di lavoro fa parte del mestiere. In Italia ci sono quasi esclusivamente flussi in uscita e, mentre i ricercatori italiani rivestono ruoli di prestigio nei centri di ricerca stranieri, non si trovano studiosi stranieri nei centri italiani. Quali sono le mete preferite dai ricercatori italiani e dove risiede il loro fascino?

Quando la mobilità supera un certo periodo di tempo si parla di migrazione. Quali sono le conseguenze economiche e sociali di queste migrazioni? Una mobilità deve essere preceduta, accompagnata e seguita da fasi politicamente gestite. Quali sono le politiche sulla ricerca in Italia, in Europa e nel mondo? E quali le conseguenti ricadute sull’innovazione e, in definitiva, sul benessere sociale?

Il laboratorio formaScienza, nato nel 2005 dalla collaborazione di giovani ricercatori provenienti da aree scientifiche diverse, propone, per la stagione 2013 -2014 di Caffè Scienza, la serata Ricercatori Migranti, con Sveva Avveduto, sociologa, e Maria Carolina Brandi, geografa, martedì 18 febbraio, con question-time di Pietro Greco, giornalista.

L’incontro è previsto presso la libreria Assaggi, a Roma, in Via degli Etruschi 4, alle ore 20.30.

L’incontro sarà trasmesso in diretta web sul canale YouTube di formaScienza e sul portale ScienceOnTheNet

 

 

 

 

Source: formascienza.org

  • Twitter
  • Facebook
  • RSS
  • Google Plus
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Delicious

Comments

comments

Tags: > > > >

Leave a Reply

Your email address will not be published.


two − = 1

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>